Controllo Ultrasuoni (UT)

ut

Il controllo UT sfrutta la propagazione di onde ultrasonore all’interno del pezzo. Come le onde luminose, anche gli ultrasuoni possono essere focalizzati e sono soggetti a riflessione e rifrazione, fenomeni che si verificano all’interfaccia tra due mezzi di diverse proprietà acustiche. Ciò consente di determinare le caratteristiche e il posizionamento di una discontinuità, poiché la velocità del fascio ultrasonoro in un dato materiale è costante e dipende solo dalla tipologia di onda. Tale tecnica è utilizzata sia per misure spessimetriche, che in indagini difettoscopiche.

Le tecniche di controllo ultrasonoro convenzionali possono essere:

  • Per riflessione ad impulsi, il cui principio si basa sulla riflessione totale o parziale del fascio ultrasonoro in corrispondenza di discontinuità nel pezzo;
  • Per trasparenza, che prevede l’impego di un trasmettitore e di un ricevitore separati, per cui l’interazione con una discontinuità determina una riduzione del segnale.

Vantaggi:

  • Rilevazione di difetti superficiali ed interni;
  • Possibilità di controllare spessori notevoli;
  • Capacità di dimensionare e posizionare la discontinuità;
  • Possibilità di eseguire controlli con accessibilità da un solo lato;
  • Ridotta preparazione dei pezzi;
  • Risultati in tempo reale;
  • Rappresentazioni bidimensionali e tridimensionali molto significative.

Svantaggi:

  • Richiesta l’accessibilità diretta della superficie;
  • Elevatissimo addestramento, esperienza e continuità operativa del personale;
  • Necessario l’impiego di mezzi di accoppiamento;
  • Materiali rugosi, di forma irregolare, molto sottili o disomogenei possono essere difficili da ispezionare;
  • Difficoltà nel controllo di materiali a grano grosso o con struttura austenitica;
  • La sensibilità è fortemente legata alla giacitura del difetto;
  • Complessità delle tarature preliminari.

Con la notevole esperienza maturata nel corso della sua storia, Metalprove S.r.l. esegue controlli ultrasonori di altissima precisione e affidabilità, grazie alla conoscenza della normativa internazionale (EN ISO 17640, EN ISO 11666, EN ISO 23279, EN ISO 16810, EN ISO 16826, EN 14127, ASME Sec. V, ASME Sec. VIII, ASTM A388, ASTM A609, ecc.) e impiegando sistemi d’esame sia a contatto che ad immersione.

 

Alcuni Dei Nostri Clienti

  • 1
  • 2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione e i nostri servizi. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie.